Tutto su Microsoft PowerApps

(Tempo di lettura stimato: 4 - 7 minuti)
Florian Schwyter

Florian Schwyter

Il consulente ha avuto modo di conoscere il potenziale di Power Apps in numerosi progetti. Consiglia e supporta i clienti nell'ideazione e sviluppo di Power Apps.
Ralf Riethmuller

Ralf Riethmuller

Dirige il reparto servizi di KUMAVISION. In questo ruolo, l'esperto di tecnologia è anche responsabile di Cloud, Team e ufficio 365

Cosa sono le Microsoft Power Apps?

Ralf Riethmuller: Da un lato, Power Apps è una piattaforma che le aziende possono utilizzare per creare rapidamente e facilmente le proprie app per smartphone, tablet e browser. Il termine si riferisce invece alle app implementate con questa piattaforma. Le Power Apps non sono quindi programmi standard, ma vengono create individualmente da noi o dai nostri clienti. Il concetto di Power Apps fornisce soluzioni snelle che possono essere utilizzate in modo intuitivo, non solo sui dispositivi mobili.

“Le Power Apps sono l'epitome dello sviluppo agile. "

Florian Schwyter, consulente Microsoft 365 e piattaforma di alimentazione, KUMAVISION AG

Perché le Power Apps sono così importanti per la trasformazione digitale?

Florian Schwyter: Le aziende oggi si trovano ad affrontare il compito di digitalizzare un gran numero di processi. Power Apps consente soluzioni chiare e facili da usare. Le Power Apps sono molto più di un semplice sostituto elettronico di carta e penna. Accelerano i processi, scambiano dati con altre applicazioni, dispongono di una logica di programma intelligente, riducono il tasso di errore e sollevano i dipendenti da lunghe attività di routine. Le Power Apps vengono spesso utilizzate per semplificare i processi interni che coinvolgono più reparti. Ciò che rende Power Apps così appetibile per la digitalizzazione è - oltre alla semplicità di utilizzo - soprattutto l'altissima velocità di sviluppo rispetto alle classiche soluzioni software.

Dove vengono utilizzate le Power Apps?

Ralf Riethmuller: Non ci sono limiti per le Power Apps in azienda, possono essere utilizzate in tutte le aree dell'azienda. Queste possono essere app per l'assistenza tecnica sul campo, soluzioni snelle per il cronometraggio mobile, flussi di lavoro che fanno risparmiare tempo per moduli di ogni tipo, per prenotare spazi di lavoro in ufficio o per restituire dispositivi in ​​servizio.

Florian Schwyter: Le Power Apps sono un complemento ideale, ma non sostitutivo di un sistema ERP o CRM. Qui è importante considerare sempre la soluzione complessiva e chiarire quale compito può essere meglio mappato in quale sistema. Che aspetto ha una tipica app di alimentazione di KUMAVISION? Schwyter: Un esempio pratico: supponiamo che tu noleggi attrezzature per l'asciugatura per i cantieri. Power App raggruppa tutte le attività di assistenza sul campo su un'interfaccia chiara e intuitiva. L'app guida il dipendente passo dopo passo attraverso tutte le attività da completare. Invece di annotare il numero di serie del dispositivo con carta e penna, viene semplicemente scansionato un codice QR. L'app visualizza quindi tutti i dati rilevanti del dispositivo in modo da evitare confusione. Vengono quindi determinati il ​​consumo di energia e le ore di funzionamento. Un controllo di plausibilità integrato nell'app evita errori di lettura. Lo stato del dispositivo e la completezza degli accessori vengono verificati tramite una checklist digitale. Il tecnico può facilmente dettare qualsiasi danno tramite input vocale. Se una compagnia di assicurazioni richiede la documentazione del cantiere, il dipendente può semplicemente utilizzare la fotocamera del tablet per farlo. Il cliente conferma quindi la restituzione del dispositivo tramite il touchscreen.

Ralf Riethmuller: Ma l'utilizzo della nostra Power App non finisce qui. In background, l'app crea automaticamente un rapporto danni con descrizione e foto in formato PDF e lo invia alla compagnia di assicurazioni. I dati di consumo registrati tramite app e gli orari di lavoro del tecnico dell'assistenza vengono trasmessi al sistema ERP, dove si attiva direttamente la creazione di una fattura.

"Con Power Apps e i nostri modelli, le barriere all'ingresso per la trasformazione digitale sono più basse che mai".

Florian Schwyter, consulente Microsoft 365 e piattaforma di alimentazione, KUMAVISION AG

Cosa c'è dietro la parola d'ordine "Low Code" quando si sviluppa un'app del genere?

Ralf Riethmuller: Microsoft segue l'approccio secondo cui Power Apps può essere creato con poca o nessuna conoscenza di programmazione. In pratica, codice basso significa che non si lavora con i classici comandi di programmazione. Sono invece disponibili numerose funzioni già pronte, ad esempio per l'immissione di dati, l'utilizzo della fotocamera, la visualizzazione di mappe e diagrammi, la visualizzazione di file PDF o l'utilizzo del touchscreen. Questi elementi possono essere facilmente organizzati sullo schermo nella sequenza di processo desiderata utilizzando il trascinamento della selezione.

Florian Schwyter: L'approccio low-code si applica certamente alle attività semplici. Tuttavia, se i dati devono essere scambiati con altre applicazioni, sono necessarie conoscenze di programmazione piuttosto avanzate. Per esperienza personale, posso dire che chiunque lavori già intensamente con le formule di Excel, ad esempio, può anche familiarizzare rapidamente e facilmente con Power Apps. Grazie al codice basso, il ritmo di sviluppo è generalmente molto alto.

Come si manifestano nella pratica questi vantaggi?

Florian Schwyter: Le Power Apps sono l'epitome dello sviluppo agile. Molti clienti sono sorpresi quando un prototipo funzionante può essere presentato dopo solo mezza giornata. Le Power Apps vengono create in stretta collaborazione con i nostri clienti, di solito a brevi intervalli, i cosiddetti "sprint" di una o due settimane. Il feedback degli utenti viene implementato direttamente e l'app viene quindi ampliata gradualmente. Grazie al semplice sviluppo, molti cambiamenti possono essere implementati dal vivo nelle riunioni di coordinamento. A proposito: deve essere sviluppata una sola app per tutte le piattaforme come iOS, Android e Windows. Questo aumenta la velocità ancora di più rispetto alle app native, che devono essere programmate separatamente per ogni sistema operativo.

Come interagisce con altre applicazioni?

Ralf Riethmuller: Power Apps rende vividamente tangibile il concetto unico a livello mondiale della piattaforma tecnologica Microsoft. Con Power Apps posso fare quasi tutto Office 365-Integrare le applicazioni e automatizzare i flussi di lavoro, dall'invio di e-mail e la pianificazione degli appuntamenti con Outlook alla pubblicazione nei team. Inoltre, ovviamente, possono essere inclusi anche i dati Dynamics 365 - ovvero ERP e CRM - scambio. Anche l'utilizzo dei servizi Microsoft Azure come IoT o AI è possibile senza alcun problema.

Florian Schwyter: È anche importante in questo contesto che Microsoft non persegua un approccio chiuso in questo caso, anzi. Sono disponibili diverse centinaia di connettori con cui è possibile collegare soluzioni di terze parti.

“Power Apps rende vividamente tangibile il concetto unico a livello mondiale della piattaforma tecnologica Microsoft. Con Power Apps posso fare quasi tutto Office 365-Integrare le applicazioni e automatizzare i flussi di lavoro."

Ralf Riethmüller, capo divisione Cloud e servizi, KUMAVISION AG

Come vengono distribuite le Power Apps?

Florian Schwyter: Tanto conveniente quanto trasparente. È sufficiente installare sul dispositivo mobile un'app base di Microsoft per iOS o Android. L'IT può quindi fornire centralmente varie Power App per l'azienda. Attraverso l'amministrazione utenti di Office 365 È possibile definire esattamente chi può utilizzare quale app. Un altro vantaggio: grazie agli aggiornamenti automatici, tutti lavorano sempre con la versione attuale di Power App.

Ralf Riethmuller: Molti dei nostri clienti integrano le loro Power Apps direttamente in Microsoft Teams. I dipendenti quindi non devono passare da un programma all'altro, ma fanno tutto direttamente in team. Ciò è particolarmente apprezzato dai dipendenti che non lavorano in ufficio, ma piuttosto nella produzione, nell'immagazzinamento o nell'assistenza sul campo e non sono molto esperti di computer.

Cosa devi considerare quando si tratta di costi?

Ralf Riethmuller: La buona notizia prima di tutto: Power Apps è presente in molti Office 365- e modelli di licenza Business Central già inclusi. Le aziende possono iniziare con esso senza costi aggiuntivi. Nel caso di scenari complessi, invece, il modello di licenza va verificato con attenzione, ad esempio quando Power Apps scrive sul sistema ERP. Saremo lieti di consigliarvi in ​​merito.

"Non ci sono limiti all'uso di Power Apps in azienda."

Ralf Riethmüller, capo divisione Cloud e servizi, KUMAVISION AG

Quali offerte offre KUMAVISION?

Ralf Riethmuller: Naturalmente, l'attenzione si concentra sull'ideazione e sullo sviluppo di Power Apps e sulla loro integrazione nel panorama IT e dei processi. Inoltre, forniamo consulenza su strategia, architettura IT e ottimizzazione dei processi con un team di nuova costituzione. Perché la digitalizzazione non dovrebbe mai limitarsi alla semplice replica digitale 1:1 dei processi esistenti.

Florian Schwyter: Per casi d'uso specifici, come l'assistenza sul campo, offriamo Power Apps già pronte e completamente funzionali. Con noi, le aziende possono adattarle facilmente alle loro esigenze individuali o espandere le app e raggiungere così i loro obiettivi ancora più velocemente. O per dirla in altro modo: con Power Apps e i nostri modelli, le barriere all'ingresso per la trasformazione digitale sono più basse che mai.

deenit
Contatto